Pos, rinvio delle sanzioni e polemiche: è senza un negozio su cinque

Pos, rinvio delle sanzioni e polemiche: è senza un negozio su cinque

Non tutti favorevoli alla proroga del governo. Ascom e Confesercenti: le piccole attività in difficoltà. Nozza (Uil): «Così viene penalizzato chi si era adeguato».

Nella Bergamasca un’attività commerciale su cinque è ancora sprovvista di Pos per i pagamenti elettronici e in generale la copertura arriva a due terzi. Intanto associazioni di categoria e consumatori, oltre ai sindacati, sono su posizioni contrapposte sulla necessità di copertura del servizio. Nel frattempo il governo ha rinviato al 2023 le sanzioni agli esercizi che rifiutano pagamenti tramite Pos, innestando altre polemiche.

Crescita del 27% in 5 anni

© RIPRODUZIONE RISERVATA