Superbonus 110%, corsa contro il tempo: «Serve una proroga»

Aiuti quater. Nel decreto date strettissime: la Cilas va presentata entro domani per le spese dal 1° gennaio. Anaci: «Impercorribile». Ance: «Termine da posticipare».

Superbonus 110%, corsa contro il tempo: «Serve una proroga»
Corsa contro il tempo per i condomini che vogliono accedere al superbonus 110%: la scadenza è domani

Un rush finale, bollato anche come «tagliola» da molti esperti di materia condominiale, che potrebbe non bastare per accedere all’agevolazione fiscale del superbonus al 110% per le spese sostenute ai fini dell’efficientamento energetico degli edifici. Il decreto legge 176 del 18 novembre 2022 (decreto Aiuti quater, che modifica il testo originario del decreto Rilancio 34 del 2020) ha posto infatti dei limiti temporali stringenti per accedere al superbonus nella sua interezza. Una corsa ad ostacoli per tanti condomini con due scadenze nelle prossime ore: il deposito della Cilas (comunicazione di inizio lavori asseverata) entro domani e l’adozione della delibera assembleare con approvazione dell’esecuzione dei lavori entro oggi. Senza uno di questi requisiti, addio al superbonus al 110% e aliquote in progressiva diminuzione (dal 90% al 65%) per le spese sostenute dal 1° gennaio 2023 in poi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA