Economia e politica: la Cina punta in alto

Xi Jinping ha chiuso il suo discorso al XX congresso del partito comunista cinese, di cui è stato confermato al comando per la terza volta, affermando: «Bisogna puntare allo sviluppo di alta qualità, tra hi-tech di alto livello e meccanismi di innovazione tecnologica».

Economia e politica: la Cina punta in alto
Il presidente russo Vladimir Putin e il presidente cinese Xi Jinping
(Foto di ansa)

Questa sua visione strategica verso una «economia ultramoderna cinese» parte dalla consapevolezza di aver raggiunto un ruolo sempre più centrale nell’utilizzo delle cosiddette «terre rare», dalle quali vengono estratti gli elementi metallici utilizzati dall’industria dell’alta tecnologia per l’industria aerospaziale, per la realizzazione di schermi a cristalli liquidi, per il laser, per le batterie di ultima generazione e molto altro. A dispetto del loro nome, le terre rare sono relativamente abbondanti nella crosta terrestre. Sono chiamate così perché i 17 minerali in essa contenuti sono combinati tra di loro rendendo molto difficile «estrarre» i singoli componenti. I complessi procedimenti per la loro estrazione hanno un forte impatto ambientale, perché prevedono l’utilizzo di grandi quantità di acqua per eseguirne i filtraggi, nonché l’utilizzo di sostanze chimiche altamente inquinanti e velenose per chi le maneggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA