Pregliasco: «Lombardia, presto si arriverà a 10 mila contagi». Le Terapie intensive sono già sature

Secondo il virologo Fabrizio Pregliasco è questa la quota che si raggiungerà entro due-tre settimane. Intanto raggiunta la soglia di saturazione delle Terapie intensive, la Regione aumenta i posti letto ordinari a 10.237.

Pregliasco: «Lombardia, presto si arriverà a 10 mila contagi». Le Terapie intensive sono già sature
Tamponi
(Foto di Archivio)

Una progressione inesorabile. Oltre 22 mila contagi negli ultimi quattro giorni in Lombardia, con una media giornaliera di 5.600 casi. Solo nella Bergamasca 1.309 positivi nello stesso arco temporale e una media di 327 contagiati ogni 24 ore. E anche i dati di ieri ben si incastrano in questo trend: sono 5.397 i positivi accertati nel territorio regionale sulla scorta di oltre 132mila tamponi processati, con il tasso di positività (rapporto tra test e contagiati giornalieri) che si conferma al 4%. In provincia di Bergamo si sono contati altri 337 casi positivi. «Si profilano nuvole all’orizzonte. In Lombardia potremmo arrivare di questo passo a 10mila casi giornalieri nel giro di due o tre settimane, i modelli previsionali vanno ricalibrati alla luce della variante Omicron e tutto ciò non è piacevole – sottolinea il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi di Milano e docente di Igiene all’Università Statale -. Fino a qualche settimana fa si pensava che saremmo potuti arrivare in Italia a 30mila contagi giornalieri come valore più alto, ma con le festività e gli inevitabili maggiori contatti tra persone dovremmo arrivare a 50mila positivi. E la Lombardia non è un’isola felice. Emerge la necessità di rafforzare le vaccinazioni e usare il buonsenso nei comportamenti a tavola in famiglia e nella vita di tutti i giorni, a prescindere dai colori affibbiati alle regioni e da eventuali nuove regole stringenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA