Nei romanzi ecologici irrompe
la meraviglia della natura

Nei romanzi ecologici irrompe la meraviglia della natura

«Coloro che contemplano la bellezza della terra - scrive Rachel Carson - trovano riserve di forza che durano fintanto che dura la vita». La frase, in esergo di «Smarrimento» (La nave di Teseo), nuovo lavoro del premio Pulitzer Richard Powers, introduce i temi del romanzo: la meraviglia di fronte a boschi, prati, stelle, la difesa dell’ambiente, la sensibilità per il mistero e per ciò che è diverso. Powers segue un astrobiologo e suo figlio - un bambino con un disturbo sfumato, che i medici vorrebbero far rientrare «nello spettro autistico» - in un viaggio fatto di perdita, scoperta, stupore e silenzio, proseguendo l’indagine già avviata con «Il sussurro del mondo», con un legame stretto tra le vicende dell’uomo e della natura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA