In 300 a San Gervasio per l’ultimo saluto a Gabriele Cornelli: la bara portata dagli amici

Capriate Folla anche sul sagrato per il funerale del 27enne morto in seguito all’incidente con la sua Suzuki 600 sabato sera a Suisio. Ha donato gli organi. Il parroco don Ezio Rovelli: «Il vuoto del sepolcro è una promessa».

In 300 a San Gervasio per l’ultimo saluto a Gabriele Cornelli: la bara portata dagli amici
Il funerale di Gabriele Cornelli ieri nella chiesa di San Gervasio (Capriate)
(Foto di Cesni)

«Dobbiamo pensare che anche nelle ferite vive la vita. Il vuoto che assomiglia a quello del sepolcro è un vuoto di promessa, verso il futuro» ha detto don Ezio Rovelli, parroco di San Gervasio, durante l’omelia al funerale di Gabriele Cornelli, morto a 27 anni in seguito all’incidente stradale con la sua Suzuki 600 Gsr, sabato sera sulla Rivierasca a Suisio .

© RIPRODUZIONE RISERVATA