Il dolore di un’inguaribile ferita e il coraggio di superare nuove sfide

La Buona Domenica Dall’esperienza del disturbo borderline della personalità all’aiuto per chi vive situazioni simili.

Il dolore di un’inguaribile ferita e il coraggio di superare nuove sfide
Le parole della poetessa Alda Merini nel libro «L’altra verità. Diario di una diversa»

L’inguaribile ferita di sentirsi «diversi»: è questo il dolore con cui convive da sempre Francesca, affetta da un disturbo borderline della personalità. Non diremo il suo vero nome, né il paese dove vive - in provincia di Bergamo - per non vanificare il grande sforzo che porta avanti ogni giorno per superare i pregiudizi e le discriminazioni che «marchiano» chi soffre di disturbi psichici, soprattutto nel mondo del lavoro. «Mi è capitato di paragonare la mia condizione - spiega, con un sorriso amaro - a quella di chi ha la pelle ustionata, perché basta un tocco leggero per farmi del male». La sua storia è piena di coraggio e di sfide superate: da qualche mese ha anche deciso di mettere la sua esperienza e il suo impegno a servizio di persone come lei, che devono fare i conti con disturbi mentali. Con un piccolo gruppo di amici, infatti, ha dato vita al progetto «WithOutMe»: il primo passo è stato creare un sito internet ( withoutme.it ) per raccontarsi e per abbattere lo stigma su questi problemi. Ora sogna di creare un’associazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA