Delitto Campa, fu ucciso perché si rifiutò di dare 500 euro all’omicida

Grumello del Monte Fermo non convalidato: non c’era pericolo di fuga. Ma il marocchino resta in cella perché «non ha freni inibitori».

Delitto Campa, fu ucciso perché si rifiutò di dare 500 euro all’omicida
I Carabinieri davanti alla casa di Anselmo Campa a Grumello del Monte

Voleva che Anselmo Campa gli riconoscesse almeno 500 euro dei 6/7.000 che dice di aver versato per la Renault Clio che l’imprenditore, padre della sua ex fidanzata, gli aveva dato in uso e che recentemente aveva preteso indietro per venderla a un amico. È quanto emerge dall’ordinanza con cui il gip Vito Di Vita ha disposto la misura cautelare del carcere nei confronti di Hamedi El Makkaoui, il 22enne di origini marocchine finito in manette per l’omicidio (aggravato dai futili e abietti motivi) di Campa, 56 anni, ucciso nel suo appartamento di Grumello la sera del 19 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA