Ex vigilessa uccisa: «Movente economico». Arrestate le figlie e il fidanzato di Roncola «regista del delitto»

Laura Ziliani scomparve l’8 maggio e venne ritrovata tre mesi dopo. Nel corpo tracce di psicofarmaci. Venerdì la svolta, dopo mesi di intercettazioni e depistaggi. Un residente li vide abbandonare una scarpa della vittima.

Ex vigilessa uccisa: «Movente economico». Arrestate le figlie e il fidanzato di Roncola «regista del delitto»
Laura Ziliani scomparve l’8 maggio scorso

«Sostituirsi a Laura Ziliani nell’amministrazione di un vasto patrimonio immobiliare, al fine di risolvere i rispettivi problemi economici». È questo, secondo gli inquirenti, il movente che avrebbe spinto le due figlie della donna – 55 anni, vedova dal 2012, ex vigilessa bresciana di Temù, in alta Valcamonica – e il fidanzato della maggiore a uccidere la Ziliani, il cui corpo senza vita venne trovato l’8 agosto scorso, vale a dire tre mesi esatti dopo la sua scomparsa, nei pressi dell’Oglio, sempre a Temù.

© RIPRODUZIONE RISERVATA