Trasferta da Palermo a Bergamo per 3 minuti di udienza in Tribunale

Trasferta di 1.500 chilometri per un carabiniere chiamato a testimoniare su un fatto del 2018, quando lavorava a Gandino. A processo un marocchino di 33 anni (irreperibile) accusato di una rapina da 100 euro a un connazionale.

Trasferta da Palermo a Bergamo per 3 minuti di udienza in Tribunale

Si è fatto una trasferta Palermo-Bergamo di 1.500 chilometri per comparire puntuale in Tribunale martedì 8 febbraio mattina all’udienza che vede alla sbarra un marocchino di 33 anni accusato di una rapina da 100 euro a un connazionale. Era l’unico presente, peraltro, perché l’imputato, difeso dall’avvocato Eleonora Prandi, risulta irreperibile. Trasferta Palermo-Bergamo, tanto tempo perso e soldi (pubblici) spesi, per parlare tre minuti davanti al giudice Giovanni Petillo e fare ritorno in Sicilia. L’appuntato scelto è stato chiamato a testimoniare perché fu lui a prendere la denuncia quel giorno del lontano 2018, quando lavorava alla stazione dei carabinieri di Gandino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA