Premio a Laura Riva: la sua ricerca permetterà di creare farmaci anti Covid

Costa Volpino La scienziata, 37 anni, vive in Usa ed è stata già insignita di un riconoscimento da Bill Gates e Anthony Fauci.Ora ha ricevuto il riconoscimento anche dalla «sua» amministrazione comunale e nei giorni scorsi ha ritirato dal sindaco Federico Baiguini la civica benemerenza.

Premio a Laura Riva: la sua ricerca permetterà di creare farmaci anti Covid
La benemerenza a Laura Riva

Laura Riva, ricercatrice di Costa Volpino impegnata attualmente al Calibr at Scripps Research di San Diego in California, aveva ricevuto a novembre 2020 da Bill Gates e Anthony Fauci il prestigioso premio «Stat Wunderkinds». Ora, la 37enne bergamasca ha ricevuto il riconoscimento anche dalla «sua» amministrazione comunale e nei giorni scorsi ha ritirato dalle mani del sindaco Federico Baiguini la civica benemerenza. Prima di lei, la pergamena e la statua di una volpe intagliata nel legno erano state assegnate a Franco Locatelli, presidente dell’Istituto superiore di sanità.

La ricerca Usa

Laura Riva si è diplomata allo scientifico Decio Celeri di Lovere e si è laureata in Biologia molecolare a Padova. Ha compiuto gli studi di dottorato in virologia in Belgio e si è perfezionata in Francia. Da lì, ha preso l’aereo per gli Usa dove vive e lavora da anni. A San Diego ha studiato con il suo team di ricerca lo sviluppo di farmaci contro il Covid.

«Ci siamo impegnati fin da subito – ha detto Riva in Municipio - a effettuare screening per individuare molecole che potessero bloccare il Covid. Ora stiamo sviluppando farmaci in fase pre-clinica e da poco abbiamo firmato un’intesa con un’azienda farmaceutica per finanziare gli studi clinici di un altro farmaco. Solitamente per questa fase la ricerca richiede un anno e mezzo o due, ma considerata l’eccezionalità dell’emergenza, la durata degli studi potrebbe ridursi».

Torna a casa due volte all’anno

Laura Riva torna a casa una o due volte all’anno e durante uno di questi viaggi l’Amministrazione l’ha invitata per consegnarle la benemerenza. La firma sulla delibera del 2 ottobre scorso è del precedente sindaco Mauro Bonomelli: «Avere nella nostra comunità due concittadini che si distinguono a livello internazionale nella lotta contro il Covid – ha detto Bonomelli – è motivo di orgoglio per tutti noi». L’attuale sindaco Federico Baiguini ha aggiunto: «Laura Riva è un esempio per i nostri giovani. L’abbiamo invitata a partecipare, anche solo da remoto, alla consegna delle borse di studio agli studenti meritevoli, certi che avranno davanti un ottimo esempio da seguire».

Leggi di più sulla copia digitale de L'Eco di Bergamo del 23/04/2022

© RIPRODUZIONE RISERVATA