Trescore, nel fiume Cherio con l’auto: in gravi condizioni un ragazzo di Cenate Sotto - Le foto

Carambola di 4 metri Grave incidente nelle prime ore di domenica 17 aprile, a Trescore Balneario. Un’auto con quattro giovani è uscita di strada ed è finita nel fiume Cherio. Uno dei ragazzi è in gravissime condizioni, altri tre feriti.

Trescore, nel fiume Cherio con l’auto: in gravi condizioni un ragazzo di Cenate Sotto - Le foto
L’auto nel fiume

L’incidente sulla statale 42 intorno alle 5.30 del mattino della domenica di Pasqua. Un’auto con quattro giovani di 20, 22 e 23 anni residenti a Cenate Sotto provenivano da Entratico quando l’automobilista, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del mezzo ed è finito nel fiume Cherio che costeggia la via Nazionale, a Trescore, all’altezza del bar «Tiro a segno».

Un salto di circa 4 metri

L’auto è carambolata, è caduta in verticale ed è rimasta in bilico nelle acque del fiume: un salto di 4 metri circa. A dare l’allarme un passante, un ragazzo straniero che ha chiamato i soccorsi. Sul posto le ambulanze del 118 tra cui l’ambulanza della Croce Rossa di Entratico insieme a un’auto medica e un’auto infermierizzata, con la Polizia stradale e i Vigili del fuoco.

Grave un giovane

In gravi condizioni il conducente dell’auto che è rimasto con la testa nell’acqua per circa mezz’ora: le sue condizioni sono molto gravi ed è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII in prognosi riservata. Un altro ferito è stato estratto dall’auto incosciente e con un trauma cranico: anche lui è all’ospedale di Bergamo e fortunatamente non è grave.
Per gli altri due giovani fratture agli arti: sono stati trasferiti all’Humanitas Gavazzeni di Bergamo e all’ospedale di Seriate.

L’intervento dei Vigili del fuoco

I Vigili del fuoco della centrale di Bergamo sono partiti con il furgone Saf, la gru e i volontari di Gazzaniga hanno operato nel fiume. Hanno estratto i feriti dalle lamiere della macchina e hanno utilizzato la gru per recuperare l’autovettura dal fiume e riportarla sulla strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA