• Mercoledì 21 Giugno 2017
  • (0)

Aeroporto, al via la sperimentazione delle nuove rotte

Al via all’aeroporto di Orio al Serio la sperimentazione di sei mesi. Cambierà la ripartizione dei voli sulle rotte di decollo e vi sarà l'inversione delle direzioni di decollo e atterraggio, così come deciso dalla Commissione Aeroportuale su proposta (modificata da Enav) del Comune di Bergamo. L’effetto atteso è quello di una redistribuzione del rumore, con un disagio più diffuso ma nella maggior parte dei casi inferiore: in particolare, secondo le proiezioni di Arpa 2.507 persone (tra Bergamo e gli altri comuni aeroportuali) scenderanno al di sotto della fascia riconosciuta dalle legge come «critica» dei 60 decibel aeronautici. Una prima parte del pacchetto di novità riguarda le traiettorie di salita che seguono gli aerei subito dopo aver lasciato la pista del «Caravaggio». La sperimentazione prevede una ripartizione quasi equivalente della percentuale dei voli. Il 49,3 per cento passaerà a nord di Colognola in corrispondenza dell’asse interurbano per poi virare verso sud-ovest, il 50,7 invece, esegue da subito una curva molto stretta, si va a inserire tra Azzano San Paolo e la zona industriale a sud di Campagnola, e da qui sfrutta i corridoi verdi dell’hinterland, passando tra Colognola e Azzano e tra Stezzano e Lallio. La seconda parte del pacchetto riguarda invece l’inversione per alcune ore delle direzioni di atterraggio e decollo: dalle 10.40 alle 13.20, al contrario di quanto avviene oggi, si decollerà verso est e si atterrerà (in questo caso solo fino alle 13) da ovest.

Altri articoli
Guarda gli altri video