• Mercoledì 27 Luglio 2016
  • (0)

Ancora nessun accordo sulla sala di preghiera per gli islamici "ribelli"

Ancora 24 ore e poi lo stallo della trattativa sul luogo di preghiera per i musulmani dovrebbe essere risolto. Le polemiche degli scorsi giorni con le tensioni crescenti sia tra le due anime della comunità islamica, sia tra i residenti della Clementina dopo che il comune aveva concesso provvisoriamente la palestra del quartiere al Comitato Musulmani hanno fatto precipitare la situazione. Sembra siano tre le soluzioni messe in campo dal comune, su cui ora c'è ancora riserbo in attesa di mettere d'accordo tutti. Probabilmente si tratta di palestre di altri quartieri con cui il comune ha aperto un dialogo e che potrebbero ospitare per un tempo limitato i cosidetti ribelli della comunità islamica in aperto conflitto con i seguaci di Mohamed Saleh, l'attuale presidente de centro di via Cenisio, che invece pregano da alcuni giorni nella ex sala circoscrizionale di Loreto. Una questione intricata che sta creando tensioni anche tra i bergamaschi, soprattutto a causa della difficoltà di comprensione di una vicenda che ha sempre più i contorni di una resa dei conti interna alla comunità islamica e invece a poco a che vedere con la sbandierata di libertà di culto.

Altri articoli
Guarda gli altri video