• Lunedì 31 Luglio 2017
  • (8)

La «Domus» trasloca ad Astino
Il ristorante didattico in via Tasso

La Domus delle polemiche sta per lasciare piazza Dante . La struttura temporanea, nata in occasione di Expo 2015, avrebbe dovuto onor del vero essere disinstallata alla fine dell'esposizione universale, ma l'esperienza di «Taste» maturata all'interno con il ristorante didattico aveva spinto l'amministrazione cittadina a prorogare di un anno la sperimentazione. Decisione non apprezzata da tutti, soprattutto i commercianti del quadriportico che si sentivano imprigionati dietro a questa innovativa struttura . Ad apprezzarla invece i tanti avventori che hanno condiviso l'esperienza di un centinaio di studenti dell'Ischool che guidati dallo chef Marco Crippa hanno potuto mettersi in gioco con prove pratiche in un ristorante vero nel cuore della città. Guerra finita.

A settembre la struttura in vetro e metallo sarà trasferita ad Astino , ma l'esperienza didattica degli aspiranti chef, camerieri, sommelier continuerà in una nuova casa. Si resta in zona, in via Tasso. Da ottobre il ristorante didattico inizierà un nuova avventura in uno spazio in fase di allestimento nel cortile di Palazzo Zanchi vicino alla sede della Provincia . La formula originale resterà la stessa, con qualche novità allo studio. Si chiude dunque questa esperienza in Piazza Dante con un bilancio più che positivo. Nel 2016 si sono contati 3650 coperti a pranzo dal martedì al venerdì ( 6300 se si considerano gli eventi organizzati). Nel 2017, da gennaio a luglio, i coperti sono praticamente raddoppiati, 6400 ( 7900 considerando gli eventi). Solo per il pranzo sono stati ideati insieme agli studenti 60 menù con 240 ricette originali proposte .

Guarda gli altri video