• Mercoledì 21 Ottobre 2020
  • (0)

Gandellino, le coltivzioni e la raccolta dello zafferano

E' la più nobile delle spezie, la più amata in cucina e tra le più costose al mondo: un grammo di pistilli della miglior qualità può costare fino a 30 euro. La parte utilizzata di questa pianta è il fiore color viola, in particolare gli stimmi che appaiono come filamenti rossi e arancioni. Sono loro che, a contatto con i liquidi, producono quella colorazione gialla che ha reso inconfondibile il tradizionale risotto alla milanese e qualsiasi altra pietanza trattata con lo zafferano. Viene raccolto in soli 20 giorni, tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre, all'alba, prima che gli stimmi si aprano, staccandoli uno a uno. Dalla Valle Brembana a Bergamo, dalla Valle di Scalve alla Valle Imagna, dall'Isola a Valcanale e Gandellino, c'è chi parla di un vero e proprio boom nella nostra provincia: lo zafferano ha trovato l'ambiente giusto grazie alla qualità della terra e all'interesse e alla passione dei bergamaschi. Il servizio di Elisa Cucchi per Bergamo Tv con le interviste a Giulio Lazzarini e Paolo Fiorina a Gandellino.

None

Altri articoli
Guarda gli altri video