• Martedì 10 Dicembre 2019
  • (0)

Neonato morto: eseguita l'autopsia

Potrebbe essere stata una infezione batterica la causa della morte di Zakaria, il bimbo di cinque mesi morto sabato mattina a Torre Boldone. E' stata eseguita al Papa Giovanni l'autopsia dal professor Bulfamante . Non vi è ancora l'esito completo ma solo indiscrezioni che convergerebbero con l'ipotesi, e per ora resta tale, di una infezione del bambino che è degenerata in arresto respiratorio. Non vi sarebbe traccia di rigurgito e quindi sarebbe esclusa la morte in culla. Sembra poco probabile anche una connessione con il vaccino che il bimbo aveva fatto il giorno prima. Si tratta solo di una prima impressione, e si devono attendere doverosamente anche tutte le altre analisi e la relazione completa del professore Bolfamante. Quindi per ora non si esclude nulla e il fascicolo per omicidioo colposo aperto in procura resta ancora a carico di ignoti. Ci sono accertamenti in corso a Roma su un campione del vaccino somministrato dall'Asst di Borgo Palazzo ai due gemellini, Zakaria e la sorella. E la febbre della sorellina, arrivata fino a 39, non sarebbe comunque della stessa natura della patologia che ha ucciso il piccolo. Tutti condizionali per ora. Chi indaga sta valutando ogni aspetto. La condotta del pediatra, che ha consigliato il vaccino, ha tenuto conto delle condixioni di salute di Zakaria, che magari non erano ottimali? La condotta dell'Ast, dove il bimbo è stato vaccinato. Gli strumenti usati per l'iniezione e ogni altro aspetto che ha riguardato le ultime ore della vita del bambino. L'obiettivo è quello di escludere possibili condotte colpose per dare pace alla mamma e al papà del piccolo. Simona Befani

Guarda gli altri video