• Giovedì 08 Aprile 2021
  • (0)

Vaccino a domicilio. POchi medici di base lo faranno

Per i fragili è arrivato il vaccino a domicilio. Per qualcuno però, non per tutti. Perchè meno della metà dei medici di base della nostra provincia a aderito a vaccinare a casa i suoi pazienti fragili o non trasportabili. Un numero inaspettatamente basso, 270 su 600, ancora più basso se si considera che sono invece 450 (quasi 300 in più) quelli che hanno aderito a vaccinare negli hub qualsiasi paziente abbia l'appuntamento. ... La domanda ora è. Chi e quando andrà a vaccinare i pazienti fragili di quei 330 medici che non hanno aderito? Ats ha fatto una manifestazione di interesse per gestori sanitari e socio sanitari. Si chiuderà il 12 aprile. A quel punto Ats valuterà le manifestazioni pervenute e sceglierà i gestori sanitari da mandare nelle case dei pazienti fragili. Ma certamente il servizio per questi pazienti, già individuati da Ats e selezionati con i medici di riferimento, non potrà iniziare prima della metà della settimana fra il 19 ed il 25 aprile.

Guarda gli altri video