Venerdì 22 Ottobre 2010

Via Quarenghi, controlli ai negozi
Cibo avariato e lavoratori in nero

Dopo i controlli nelle abitazioni avvenuti nei giorni scorsi, la polizia locale di Bergamo con gli agenti della polizia di Stato, la direzione provinciale del lavoro e l'Asl giovedì 21 ha effettuato diversi sopralluoghi all'interno di alcune attività commerciali di via Quarenghi. E non tutto è risultato in regola.

In particolare nel minimarket gestito da cinesi al numero civico 44b sono stati rinvenuti 60 chilogrammi di alimenti (per la maggior parte pesce) mal conservati: il cibo era chiuso in un frigorifero in uno scantinato dove erano depositati anche diversi sacchi di rifiuti. Per questo il titolare ha ricevuto una sanzione di 3.200 euro.

Problemi anche nel parrucchiere indiano al civico 37d dove gli agenti hanno scoperto due lavoratori in nero. Per il titolare è scattata la sospensione dell'attività e 26.500 euro di multa. Situazione simile anche al civico 23c dove ha il negozio una parrucchiera nigeriana pizzicata e denunciata per irregolarità anche i primi di ottobre.
Questa volta alla titolare sono state rinvenute 66 pomate al cortisone utilizzate per schiarire la pelle e che, essendo medicinali, non dovrebbero essere messe in vendita in un negozio di parrucchiere, oltre a 720 prodotti cosmetici non conformi alla legge. Per lei è scattato il sequestro del materiale e oltre 2 mila euro di multa.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata