Giovedì 26 Maggio 2011

Aeroporto, lotta al rumore
Si anticiperà anche  la virata

Per i cieli di Orio grandi novità sul fronte della lotta all'inquinamento acustico. Le ultime notizie che arrivano dalla Commissione aeroportuale dello scalo sembrano aprire nuovi spiragli sulle procedure antirumore, che interessano parte del Comune di Bergamo e alcuni Comuni dell'hinterland.

A seguito di un confronto in sede di commissione, composta dai Comuni interessati, Provincia, Regione, ministero dell'Ambiente, Enac, Enav, Sacbo e un rappresentante delle compagnie aeree, sono state annunciate alcune importanti iniziative.

Prima novità lo screening che partirà il mese prossimo sugli edifici di fascia «A» (cioè compresi nelle aree tra i 60 e i 65 decibel di rumore) e «B» (tra i 65 e i 75 decibel) presenti nei comuni coinvolti. Per quanto riguarda Bergamo i quartieri interessati sono quelli di Colognola e parte di Campagnola.

L'obiettivo minimizzazione dell'inquinamento acustico è confermato da una seconda novità, che dovrebbe portare positivi margini di  miglioramento sulla nuova rotta: «La commissione – dice l'assessore Massimo Bandera – ha accettato la nostra proposta che prevede di anticipare la virata dei velivoli a una quota più bassa, 40 piedi in meno. Questo consentirà di seguire meglio la rotta, provocando meno disagi, soprattutto ai residenti di Colognola».

Altra buona notizia arriva dai cieli d'oltralpe, con l'annuncio di un importante rinnovo della flotta Dhl: l'azienda ha annunciato che sostituirà i suoi airbus A300 vecchi con altrettanti A300 nuovi.

Da un'analisi di Enac arrivano anche dati a favore della nuova rotta: i risultati confermano che questa rotta è più sicura nel caso si verificasse un incidente aereo. Altra decisione presa in sede di commissione è quella di dar corso da subito alla ripartizione dei voli Est-Ovest.

Leggi di più su L'Eco in edicola giovedì 26 maggio

a.ceresoli

© riproduzione riservata