Martedì 08 Novembre 2011

Maltempo, nessun rischio a Bergamo
Con mercoledì il tempo cambia

«La perturbazione che ha investito la regione nei giorni scorsi non ha dato luogo a criticità di particolare rilievo. Questo grazie anche agli uomini della nostra Protezione civile, che hanno presidiato costantemente i punti più sensibili con un'importante attività di prevenzione. Anche a Pavia, Lodi, Cremona e Mantova, i luoghi più colpiti, non si sono verificati particolari problemi». A dichiararlo l'assessore regionale alla Protezione civile, Polizia locale e Sicurezza Romano La Russa, commentando il bollettino emanato dal Centro funzionale di Protezione civile della Lombardia, secondo il quale: «Tra la giornata di martedì e la mattina di mercoledì si prevede il definitivo allontanamento della perturbazione con precipitazioni che risulteranno via via sempre meno diffuse e consistenti, ma che potranno insistere in modo particolare sul settore occidentale e prealpino».

Secondo il bollettino le precipitazioni che ancora interessano il Piemonte hanno comportato un importante incremento dei livelli di Po, il cui colmo è transitato in Lombardia nella serata di ieri e attualmente si trova in prossimità di Piacenza. I valori di piena si stanno attestando a un livello prossimo alla moderata criticità. Tale situazione ha determinato la temporanea chiusura, in via precauzionale, del Ponte della Becca, in provincia di Pavia, già riaperto.

Continua invece a essere interdetta in via precauzionale la navigazione sul Po, nonché tutte le attività nelle golene aperte. Anche il livello del Ticino a Pavia sta lentamente diminuendo, allontanando il pericolo di una esondazione in Borgo Ticino. Anche per quanto riguarda il Lambro e il Seveso non c'è nulla da segnalare.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata