Giovedì 22 Novembre 2012

Prostituta portata a domicilio
Poi però è arrivato il ricatto

Aveva portato a domicilio una prostituta romena a un pensionato. Che poi, secondo l'accusa, avrebbe finito col ricattare. Il trucchetto è quello del fantomatico marito (di lei) geloso e arrabbiatissimo, pronto addirittura a lavare col sangue l'onta del tradimento, ma disposto a perdonare in cambio di denaro.

Grazie a questo stratagemma, Florica Iorgu, romeno di 32 anni, incensurato, residente a Crevalcore (Bologna), sarebbe riuscito a spillare 20 mila euro a un settantenne di Palosco.

Il giovane è comparso davanti al gup Tino Palestra per rispondere di estorsione (una consumata e una tentata) e favoreggiamento della prostituzione. L'udienza è stata rinviata al 13 febbraio 2013 per decidere sulla proposta di patteggiamento a due anni e 4 mesi avanzata dall'avvocato Davide Mancusi.

I fatti risalgono all'inizio del 2008. Il 23 gennaio Iorgu, secondo la Procura, avrebbe accompagnato all'abitazione del pensionato una giovane connazionale. Tariffa: 50 euro per un rapporto sessuale. Poi era arrivato il ricatto.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 22 novembre

r.clemente

© riproduzione riservata