Giovedì 10 Gennaio 2013

«Ci sono i ladri nel palazzo»
Invece gli svuota la cassaforte

«Sono un carabiniere, ci hanno segnalato che sono entrati i ladri nel suo palazzo». Così un truffatore è riuscito non solo a farsi aprire la porta di casa, ma anche la cassaforte. E approfittando di una distrazione l'ha letteralmente ripulita.

È accaduto a Bergamo, in uno stabile di via Diaz, mercoledì mattina alle 10. Il malvivente ha suonato al campanello di un anziano: gli ha anche mostrato un tesserino (falso) da carabiniere. E con la scusa dei ladri nel palazzo è entrato nell'appartamento.

«Le conviene controllare subito la cassaforte» ha detto all'82enne proprietario di casa. L'ha aperta e ha accertato che era tutto a posto: ma il ladro, approfittando di una distrazione, l'ha ripulita. Hanno preso il volo oggetti d'oro e gioielli per un valore stimato in alcune migliaia di euro.

Prima di andarsene il finto carabiniere ha anche suonato a un vicino, ma nessuno gli ha aperto. Poco più tardi l'anziano ha ricontrollato la cassaforte e ha scoperto tutto. Ha chiamato la polizia, ma era troppo tardi.

Il consiglio delle forze dell'ordine è sempre quello: quando qualcuno si presenta alla porta spacciandosi per vigile, carabiniere o poliziotto, è meglio fare una telefonata al 112 per accertare che non sia un truffatore.

r.clemente

© riproduzione riservata