Giovedì 28 Novembre 2013

Accertata la traiettoria del proiettile

Confermata la versione del militare

Bolgare - La strada dove è avvenuta la sparatoria in cui è morto Behexhed Bushi
(Foto by San Marco Foto)

È durata oltre cinque ore l’autopsia sul corpo di Behexhed Bushi, il ventisettenne albanese morto nella sparatoria di venerdì notte a Bolgare. L’anatomopatologo, Maurizio Merlano, dell’Istituto di medicina legale di Pavia, si è preso tutto il tempo necessario per analizzare il corpo del giovane, al fine di accertare la causa del decesso.

Sul tavolo del pm Giancarlo Mancusi, che coordina l’inchiesta, non è ancora giunto un rapporto da parte dell’esperto sull’effettiva causa della morte di Bushi. Sarebbero però emerse prime indicazioni di massima riguardo alla traiettoria del proiettile esploso dalla pistola di ordinanza del carabiniere: una traiettoria che sarebbe ritenuta compatibile con le dichiarazioni rese dallo stesso militare agli inquirenti, quando è stato sentito nell’immediatezza dei fatti.

Per ogni valutazione di carattere penale il pm dovrà attendere la relazione del medico legale, in particolare per quanto riguarda le cause della morte dell’albanese: per il colpo di pistola o per il successivo schianto in auto? Behexhed Bushi, difatti, è stato ritrovato con l’osso del collo rotto.

© riproduzione riservata