Giovedì 10 Aprile 2014

Agente sventa il furto al market:

ladro preso con le mani nella borsa

Nonostante un agente del commissariato di Treviglio, fuori servizio, sia intervenuto subito, salvando il portafogli dell’anziana vittima, la signora si è sentita male.Così gli addetti del supermercato la hanno dovuta soccorrere, portandola in ufficio e aiutandola a riprendersi.

È accaduto giovedì mattina nella città della Bassa: libero dal servizio, l’agente stava facendo la spesa al Ldl di via Bergamo. Il suo occhio esperto ha subito notato due giovani, con sembianze dell’Est, particolarmente attenti a osservare tra il pubblico nelle corsie qualche persona anziana da derubare.

La scelta dei due è caduta su una signora che, la borsa a tracolla leggermente aperta, stava prendendo alcuni prodotti dagli scaffali per metterli nel carrello.

In quel momento uno dei due complici ha fatto da scudo, per impedire agli altri clienti di vedere cosa stava accadendo. Il secondo invece ha affiancato la signora, prendendo contemporaneamente con una mano un pacchetto di patatine dagli scaffali, e con l’altra il portafogli dalla borsa.

L’agente è intervenuto immediatamente, bloccando il ladro: che, vistosi scoperto, ha inutilmente cercato di liberarsi del portafogli ributtandolo dentro la borsa. Ha provato a gridare di non aver fatto nulla: il complice, vista la scena, si è dileguato immediatamente.

Sul posto è accorsa una Volante e il dirigente del Commissariato, Angelo Lino Murtas: gli agenti hanno preso in consegna l’arrestato, che è finito nelle celle del Commissariato in attesa di giudizio. È stato identificato per un 32enne rumeno, domiciliato a Milano da 12 anni: dalle impronte digitali si è scoperto che aveva sempre dato nomi diversi, identità con le quali aveva messo a segno altri furti. L’udienza per la convalida dell’arresto è stata fissata per la mattinata di venerdì.

La signora, sofferente di cuore, a causa dello spavento ha avuto un malore: accompagnata e soccorsa all’interno degli uffici dalla commesse del supermercato, si è ripresa poco dopo, grazie anche all’immediato arrivo del marito.Sono in corso indagini, utilizzando anche i filmati delle telecamere, per dare un nome anche al complice, riconoscibile per un tatuaggio sul collo.

Nel pomeriggio la Volante è accorsa anche al Supermercato Ipercoop dove sono state fermate due ragazze di origine africana, una diciottenne ed una sedicenne:si erano appropriate di oltre 300 euro di merce tra cui cosmetici, rossetti, abbigliamento e qualche alimentare, prelevandoli dagli scaffali e occultandoli con meticolosità nei vestiti.

Vista la giovane età e la mancanza di precedenti penali, le due sono state denunciate in stato di libertà ed affidate ai propri genitori.

© riproduzione riservata