Mercoledì 02 Aprile 2014

Belotti contro gli arresti in Veneto
«Domenica si va tutti a Verona»

Daniele Belotti
(Foto by Colleoni Foto)

«Domenica 6 aprile noi leghisti saremo tutti a Verona dalle 16 in piazza dei Signori per una manifestazione di solidarietà». Daniele Belotti, segretario provinciale della Lega, commenta i 24 arresti dei carabinieri contro un gruppo secessionista accusato di aver messo in atto «varie iniziative, anche violente», per ottenere l’indipendenza del Veneto, e non solo. «Stiamo allestendo diversi pullman, e in segreteria provinciale sono arrivate diverse telefonate di militanti critici per la decisione dei magistrati».

I ventiquattro arresti con l’accusa di terrorismo sono partiti dalla Magistratura di Brescia: «Se uno Stato ha paura di un trattore giocattolo trasformato in pseudo-carro armato - commenta ancora Belotti la notizia - significa che la situazione è preoccupante e molto sconcertante».

E aggiunge: «Ricordo ancora quando la polizia arrivò nella sede della Lega di via Bellerio: era il 1997 e con me c’era anche Maroni. Siamo di fronte ad azioni pesanti verso comportamenti che sono mirati alla ricerca della libertà, ma in maniera democratica». E aggiunge: «Fino ad ora non si possono infatti contestare atti violenti ma solo un referendum su Internet - e spiega -. Se quella che pare un’azione di libertà democratica ha come risposta un intervento pesante da parte delle istituzioni centralistiche, io sono seriamente preoccupato».

© riproduzione riservata