Lunedì 02 Dicembre 2013

Fiori e note per Rosalba

Nuovo negozio in Città Alta

Rosalba Piccinni nel nuovo negozio in Città Alta
(Foto by Maria Zanchi)

Posa tra i fiori Rosalba Piccinni nel suo piccolo negozio in Città Alta, sulla Corsarola.

Il secondo punto vendita cittadino della fiorista con l’hobby della canzone («ormai tutti mi chiamano cantafiorista»), ha aperto i battenti da pochi giorni – l’8 dicembre l’inaugurazione ufficiale – ed è già un gran viavai di clienti e amici. «Passano anche solo per un saluto, sono felici di avere di nuovo un negozio di fiori a Bergamo Alta, e per me è un motivo di orgoglio. Peccato che i miei impegni mi consentano di essere presente solo la domenica mattina, gli altri giorni in negozio ci sono i miei collaboratori». L’obiettivo di Rosalba era «dare un servizio al centro storico», sostenuta dalla famiglia di ristoratori Amaddeo, che ha messo a disposizione lo spazio attiguo alla gastronomia Mimì. Non solo mazzi di fiori ma anche corsi di composizione per bambini e adulti («inizieranno dopo Natale, nel mio negozio di Milano stanno avendo un buon successo e voglio proporli anche qui»), addobbi per alberghi e bed and breakfast, corone per le lauree, e presto anche concerti. «Porterò la mia musica in Città Alta – dice Rosalba, cantante jazz per gioco e passione – cominciamo il giorno dell’inaugurazione con un aperitivo musicale e mi piacerebbe far diventare queste performance un appuntamento fisso».

Divisa tra i negozi di Bergamo e Milano, pronta ad aprire in primavera un secondo punto vendita meneghino, in zona Bocconi, l’inarrestabile Piccinni ora punta a New York. «Una proposta arrivata dalla Grande Mela a cui sto pensando seriamente – confessa –. Vorrei portare in America le mie composizioni floreali, ma anche oggetti di design, cibo e moda, tre settori in cui il made in Italy eccelle».

Intanto gli impegni in Italia si moltiplicano per Rosalba, che è riuscita a conquistarsi un posto al solo grazie al felice connubio tra fiori e note. Non è infrequente che chi si affida al suo staff – un team polivalente di interior designer, giardinieri e musicisti –chieda il pacchetto completo (addobbi floreali e concerto), come è successo per le nozze a Palazzo Reale del primo stilista di Prada. «Quando non sono nei miei negozi, o impegnata in allestimenti come quelli che farò a breve negli aeroporti di Linate e Malpensa in occasione delle feste di Natale – racconta – mi dedico ai concerti. L’11 dicembre canto con i Gnuquartet a Firenze per la fondazione Rava, davanti a 400 persone in una chiesa sconsacrata, ma mi esibisco anche in case private con un gruppo ristretto di musicisti». L’importante è cantare, anche se poi il giorno dopo arriva in negozio senza voce. E ora c’è la nuova avventura in televisione. «Sono la consulente di Paola Marella per il ripristino di case e terrazzi nella trasmissione di Real Time “Cerco casa disperatamente”. Debutteremo il 19 dicembre». Proprio non si fa mancare nulla la cantafiorista bergamasca.

© riproduzione riservata