Martedì 03 Dicembre 2013

«Io caricata a forza in auto»

Rovetta, aperta un’inchiesta

Il parco di Fino del Monte recintato dai carabinieri
(Foto by Fronzi)

Il pm Letizia Ruggeri ha aperto un’inchiesta contro ignoti per sequestro di persona e violenza sessuale, in merito alla vicenda di una ragazzina di tredici anni, di Rovetta, che ha raccontato di essere stata caricata a forza su un’auto da due sconosciuti, domenica mattina, di essere stata incappucciata e portata in un luogo non meglio precisato, dove sarebbe stata costretta a spogliarsi.

L’apertura del fascicolo, di cui si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Clusone, è un passaggio obbligato per svolgere gli accertamenti necessari e cercare riscontri alle dichiarazioni della ragazzina, che al momento presenterebbero alcune lacune e contraddizioni.

Domenica sera i genitori della tredicenne sono stati sentiti in caserma fino a tarda ora. Si sono detti molto preoccupati: non avrebbero motivo di non credere alle parole della figlia, descritta come ragazzina seria e impegnata e, nel contempo, non avrebbero portato all’attenzione degli inquirenti particolari situazioni di disagio che potrebbero averla spinta a dichiarare fatti o situazioni diversi dal vero. La ragazzina stessa potrebbe essere sentita già martedì 3 dicembre dai carabinieri, alla presenza dello psicologo, per chiarire la vicenda.

I militari della compagnia di Clusone hanno iniziato ad acquisire i filmati delle telecamere di videosorveglianza del Comune di Rovetta. Probabilmente effettueranno accertamenti anche sul traffico telefonico della giovanissima e sul posizionamento del suo telefono in base alle celle della telefonia mobile. Indagini sono state svolte anche dopo la prima segnalazione della tredicenne, ma senza esito.

© riproduzione riservata