Venerdì 18 Aprile 2014

Minaccia di mettere sul web

foto di minore nuda: denunciato

Ragazzo al computer

Si erano conosciuti su un social network tre settimane fa, ma l'amicizia virtuale tra un disoccupato di 24 anni di Vailate (Cremona) e una studentessa bergamasca sedicenne si è presto trasformata in un incubo, per la ragazzina, vittima di una spirale di ricatti, alla quale hanno posto fine i carabinieri che hanno denunciando l'amico di chat. Per l'uomo, l'accusa formalizzata dalla procura della Repubblica di Bergamo, è di estorsione.

«O ti fotografi nuda e mi mandi le immagini, oppure faccio del male ai tuoi» le aveva intimato. La ritorsione evocata nei confronti della famiglia - hanno spiegato venerdì 18 aprile i carabinieri di Crema (Cremona) - era riuscita a sortire l'effetto sperato: atterrire la destinataria. La studentessa ha inviato al misterioso interlocutore due foto seminuda.

«Ma a quel punto - ha ricostruito il capitano Antonio Savino, comandante dei carabinieri di Crema - anziché cessare, le richieste si sono fatte sempre più insistenti» Voleva dei soldi, altrimenti avrebbe messo le foto in rete. La ragazza ha dato tutti i suoi risparmi, 500 euro, e i pochi oggetti in oro posseduti, seguendo esattamente le indicazioni per la consegna.

Il luogo prescelto era una cabina telefonica di Treviglio. Lì la giovane ha lasciato le banconote, un anellino e un ciondolo. Poi è arrivata la nuova pretesa di danaro. La ragazzina è riuscita a superare la vergogna e a confidarsi coi genitori. I familiari hanno dapprima cercato di rintracciare il ricattatore, poi si sono rivolti ai carabinieri di Vailate che hanno denunciato il disoccupato alla procura di Bergamo, competente per territorio.

© riproduzione riservata