Lunedì 05 Maggio 2014

S. Caterina, la movida fa discutere

I candidati rispondono agli studenti

Da sinistra Giorgio Gori Franco Tentorio Marcello Zenoni
(Foto by Bedolis Foto)

La movida di Borgo Santa Caterina tiene banco all’incontro fra i candidati sindaci di Bergamo e gli studenti del liceo scientifico «Lorenzo Mascheroni», a due passi appunto dalla via dove si affacciano locali e bar, negli ultimi tempi oggetto di dibattiti e polemiche.

Di questo e tanto altro ancora si è parlato tra Franco Tentorio, Giorgio Gori e Marcello Zenoni al dibattito moderato dalla giornalista de L’Eco di Bergamo, Susanna Pesenti,

«Borgo Santa Caterina è un quartiere in crisi - hanno detto gli studenti -, in bilico fra le centinaia di giovani che la invadono la sera e gli storici residenti abituati alla tranquillità della zona. Quali sono le soluzioni?».

La ricetta Tentorio è basata sostanzialmente su un equilibrio cui devono tendere esercenti e residenti, facendo dunque appello alla moderazione, al buon senso, senza dover giungere a soluzioni estreme.

Marcello Zenoni di fatto ha sostenuto la tesi che ha visto sottoscrivere il Movimento Cinque Stelle un accordo con i residenti per una chiusura «anticipata» dei locali. Infine Giorgio Gori ha chiesto una maggiore presenza dei tutori dell’ordine - «almeno un paio di vigili» - che in questo modo potrebbero sorvegliare la zona e costituire anche un deterrente per eventuali disordini o schiamazzi

Nel corso dell’incontro, i giovani hanno chiesto ai candidati il loro gruppo di appartenenza politica. E se per Zenoni e Gori non vi erano dubbi, Tentorio ha invece ribadito la sua scelta: «Non ho più la tessera di alcun partito».

Si è parlato anche delle grandi aree dismesse, per tutti i candidati «da riqualificare», di Expo (per Tentorio c’è un’attenzione «troppo sbilanciata su Milano»), di mobilità e della stazione che secondo Tentorio «è un buon progetto», mentre per gli altri candidati è da bocciare.

© riproduzione riservata