Lunedì 13 Gennaio 2014

Guarnizioni gomma per motori

La Bergamasca è prima al mondo

Guarnizioni in gomma e plastica

Nelle guarnizioni in gomma per motori d’auto la provincia di Bergamo è leader mondiale, con ricavi che superano abbondantemente il miliardo di euro. Un distretto composto da più di 300 aziende, nato all’inizio del secolo scorso sul lago d’Iseo, a Sarnico, e che da allora si è sviluppato soprattutto grazie all’export.

Un successo costruito attraverso un prodotto in apparenza semplice, che tuttavia rappresenta un componente critico per molte produzioni, dunque soggetto a controlli rigorosi e a continui test di qualità, per essere accettato dai grandi costruttori globali.

Le maggiori 40 aziende del distretto hanno ampiamente superato i livelli pre-crisi oltrepassando nel 2013 il miliardo di euro di fatturato, con prospettive di aumento anche per l’anno in corso. Nei primi nove mesi del 2013 le aziende del distretto hanno esportato nel mondo 298 milioni di euro di prodotti in gomma e 446 milioni di euro di prodotti in plastica, in crescita di poco meno di un punto percentuale rispetto allo stesso periodo del 2012.

Come nasce una di queste guarnizioni? Il Sole 24 Ore, nella sua puntata di martedì 14 gennaio di «In Fabbrica», condotta dal giornalista Luca Orlando, è andato a Viadanica, nel cuore del distretto della gomma del Sebino, presso la Ar-Tex, azienda che nel 2013, proprio grazie allo sviluppo internazionale, (l’export arriva all’80% dei ricavi globali) è riuscita ad arrivare al nuovo record storico di fatturato.

Dallo stabilimento bergamasco di Ar-Tex escono tre miliardi di pezzi all’anno, rivolti in particolare ai clienti del settore automotive, fornitori di primo livello (Tier 1) della componentistica, che a loro volta vendono i propri prodotti ai maggiori costruttori globali dell’auto. Il vantaggio del distretto del Sebino, rispetto alla concorrenza di altri Paesi, è quello di poter contare su un indotto meccanico a 360°, capace di fornire a costi competitivi e in tempi rapidi tutte le lavorazioni necessarie per permettere alle aziende maggiori di realizzare il prodotto finito.

Da martedì verrà dunque trasmessa online come ogni martedì (rimanendo disponibile all’utente per settimane intere) una nuova puntata di «In Fabbrica», il format webtelevisivo condotto dal giornalista Luca Orlando e a cura del Sole 24 Ore sul made in Italy manifatturiero, che entra nelle fabbriche italiane per spiegarne il ciclo manifatturiero e le eccellenze dei distretti. Le puntate di “In Fabbrica” vengono trasmesse su Stream24, la nuova piattaforma video del sito del Sole 24 Ore. http://stream24.ilsole24ore.com/

© riproduzione riservata