Mercoledì 07 Maggio 2014

Il cemento mangiasmog Italcementi

in corsa per l’Oscar dell’innovazione

Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italcementi

Le nomination sono state fatte e la ricerca italiana in corsa per l’European Inventor Award, l’«Oscar» europeo per l’innovazione.

L’Epo (European Patent Office) ha scelto tra le tre nomination della categoria «Industry» il chimico italiano Luigi Cassar e il team di ricerca di Italcementi, che hanno messo a punto il principio del TX Active, un cemento «mangiasmog», in grado di abbattere alcuni inquinanti presenti nell’atmosfera.

È possibile votare on line per sostenere la candidatura del ricercatore italiano alla vittoria finale del premio, che sarà assegnato il prossimo 17 giugno a Berlino. Si può votare per Cassar (l’unico italiano in gara in questa prestigiosa competizione) on line collegandosi alla pagina del sito Epo.

«La nomination degli European Inventor Award 2014 – afferma Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italcementi – conferma il ruolo di primo piano della ricerca italiana nell’innovazione nei materiali per le costruzioni. Insieme a TX Active, nato nei laboratori Italcementi, sono diversi i prodotti sviluppati in Italia che contribuiscono all’evoluzione del settore delle costruzioni all’insegna della sostenibilità e di performance innovative. Italcementi è protagonista in questo ambito, oltre che con TX Active, anche con prodotti come il cemento trasparente sviluppato per il padiglione italiano all’Expo di Shanghai e il cemento biodinamico che sarà utilizzato per la realizzazione di Palazzo Italia, destinato a essere luogo-icona di Expo 2015».

« Materiali straordinari, che è stato possibile sviluppare grazie a investimenti significativi nella ricerca e a una visione del futuro del settore sempre più caratterizzato da prodotti che alla tradizionale affidabilità e durabilità del cemento aggiungono nuove performance ambientali e architettoniche. I ricercatori di i.lab, il centro ricerca e innovazione Italcementi, lavorano quotidianamente alla messa a punto di nuovi prodotti e applicazioni in grado di offrire le migliori soluzioni per la building community, con un giro d’affari specifico che supera il 5% del totale delle vendite del Gruppo e con un significativo contributo ai risultati operativi» conclude Pesenti.

© riproduzione riservata