Martedì 19 Aprile 2011

Atalanta, Magnus Troest:
«Mancano 9 punti alla Serie A»

Causa l'assenza di Manfredini e Capelli per squalifica, Magnus Troest tornerà al suo posto al centro della difesa atalantina. Il danese, tra le sorprese di questa annata, è pronto a ributtarsi nuovamente nella mischia.

«Ho la possibilità di tornare titolare viste le squalifiche dei miei due compagni di reparto - ha affermato il gigante danese - Devo farmi trovare pronto. E' dura stare fuori e non giocare: i miei compagni hanno fatto bene, non si può fare altro che allenarsi al meglio per sfruttare una nuova occasione. Sono in una buona forma, anche se la condizione si trova giocando».

Per il biondo difensore del Nord Europa l'ultimo periodo non è stato tra i più positivi: prima i problemi alla schiena e poi le tante panchine. «L'ultimo mese e mezzo non ho giocato tanto, anche per colpa della sfortuna, ma se devo guardare a tutta la stagione mi posso tenere soddisfatto. Ora sto bene, conoscendomi non è normale stare fuori per infortunio, ma il problema che ho avuto alla schiena non era così semplice. Mi manca un gol, spero di realizzarlo nelle ultime partite».

C' è un importante tabù da sfatare per Troest: la vittoria finale del campionato. Apprese le parole del numero 24 atalantino, ai sostenitori bergamaschi non resterà che affidarsi alla scaramanzia. «Quando fa molto caldo si soffre di più, ma è uguale per tutti. Il clima di adesso mi sta bene, ma se diventa più caldo non mi piace più di tanto. Con il Parma e in Danimarca sono sempre arrivato secondo: spero che questa sia la volta buona».

Sul rush finale della squadra atalantina il difensore danese non ha dubbi: 9 punti e poi sarà Serie A. «Se a Crotone non subiremo reti, penso che torneremo a Bergamo con un risultato importante. Alla Serie A mancano ancora nove punti, anche se ne potrebbero bastare anche di meno. La cosa principale è vincere contro il Crotone così da essere in un'ottima situazione. I calabresi stanno bene e hanno vinto a Livorno; dopo ci toccherà lo stesso Livorno, una sfida insidiosa, in un ambiente difficile, contro una squadra che vuole tornare a far punti. Il Siena è atteso da un calendario più difficile del nostro. Puntiamo a fare bene , perché a loro toccheranno tra le altre Novara e Torino: possiamo riprenderci il primo posto».

Simone Masper

a.ceresoli

© riproduzione riservata