Lunedì 18 Aprile 2011

Consigli: «Sconfitta che fa male
Tenteremo di vincere sempre»

L'Atalanta ha perso l'imbattibilità dopo 18 giornate, ma la sconfitta subita al Comunale contro l'Empoli non ha cambiato nulla in termini di classifica, con i giocatori allenati da Colantuono, ora secondi con 10 punti di vantaggio sulla terza, il Novara, a sei giornate dal termine.

Andrea Consigli è rammaricato per la sconfitta, soprattutto perché la squadra nerazzurra non è riuscita a sfruttare i passi falsi delle inseguitrici. «È una sconfitta che fa male, in casa, in una fase cruciale del campionato e per la prestazione che abbiamo fornito nel primo tempo. L'altro lato della medaglia è che Novara e Varese non hanno vinto: per quanto riguarda l'obiettivo principale abbiamo un gran margine che ci fa stare tranquilli. Dopo 18 partite ti eravamo scordati del sapore della sconfitta e per questo ha fatto male: non è un campanello d'allarme. L'Empoli si è dimostrata una squadra che ci fa soffrire e nel primo tempo abbiamo concesso qualcosa di troppo».

La preferita dai bergamaschi sarà in campo venerdì 22 aprile alle 19 a Crotone, prima trasferta delle due consecutive. Per il portiere bergamasco non ci sono dubbi: vietato fare calcoli, i mezzi per tentare l'«impresa» ci sono. «Si doveva fare meglio e siamo stati anche sfortunati: questa sconfitta farà aumentare ancora di più la voglia di vincere tutte le prossime partite. I record sono solo numeri: dà fastidio perdere il primo posto in una giornata che sarebbe stata favorevole».

«Non dimentichiamoci che l'obiettivo è la serie A, ma faremo di tutto per vincere il campionato. Il calendario del Siena è un po' più difficile del nostro. Noi dobbiamo cercare di vincere sempre, dato che siamo una squadra che può fare risultato pieno sia a Crotone che a Livorno, anche se saranno trasferte insidiose».

La volata è iniziata e si dice che chi si trova davanti rischia di essere risucchiato dagli inseguitori, nel ciclismo, o di avere maggiori tensioni andando incontro al controsorpasso, nel calcio. Le parole finali di Consigli suggeriscono quale sia il pensiero dello spogliatoio atalantino. «Siamo secondi e dobbiamo rimboccarci le maniche per tornare nella posizione di prima. Era dal Livorno che non prendevamo due gol in casa e sappiamo tutti come è andata».

«Inconsciamente pensavamo che potesse andare diversamente: avevamo preparato il match in settimana, consapevoli dei loro punti di forza e dell'importanza della sfida, dato che sia il mister che il presidente ci hanno esortato a non festeggiare dopo Modena. A Crotone andremo per vincere, questa sconfitta ci ha fatto perdere il primo posto e vogliamo riprendercelo».

Simone Masper

m.sanfilippo

© riproduzione riservata