Lunedì 02 Maggio 2011

Atalanta e la sfida col Portoguaro:
i giocatori dormiranno a Zingonia

In casa Atalanta siamo solo al prologo dei sei giorni più lunghi e pieni di attese della stagione. Reduci da un punto in tre partite, i nerazzurri hanno ripreso la preparazione, rigorosamente a porte chiuse per tutta la settimana, in vista di quella che può essere la partita chiave della stagione, con il Portogruaro, in programma sabato 7 maggio alle 15 al Comunale.

La società ha anche comunicato che da martedì sera i giocatori dormiranno nella struttura della sede di Zingonia e che da giovedi inizierà il ritiro in vista della partita con il Portogruaro.

Ferreira Pinto ha difeso con piglio l'operato della squadra nel corso della stagione, chiedendo ai tifosi di dimenticare queste due partite in vista del match decisivo con i friulani.

“Siamo arrabbiati, soprattutto perché sappiamo quanto la società e il mister ci tengano al campionato. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. Abbiamo sbagliato due partite: dimentichiamole e proseguiamo il campionato per chiudere la pratica e mettere una pietra sopra a questa Serie B. Non è un fatto di stanchezza, perché anche altre squadre stanno facendo fatica. Ci sta un attimo di appannamento, perché non è facile andare in campo sempre con l'obbligo di vincere per tutta la stagione: non facciamone un dramma! Nella ripresa volevamo fare di più. Dopo il gol abbiamo sbagliato, perché il nostro vantaggio ha dato una spinta in più a loro invece che a noi”.

Per il laterale brasiliano la brillante stagione atalantina non può essere cancellata da tre opache prestazioni, sottolineando il fatto che Siena, Novara e Varese non stanno andando a mille. “Sono state due partite complicate per noi, però il nostro obiettivo è rimasto lì. Ci assumiamo la responsabilità di quanto successo, io per primo, ma ci sta di passare un periodo della stagione con qualche difficoltà in più: anche le nostre dirette avversarie non stanno andando a mille. Le ultime due partite non possono cancellare quanto di buono fatto fino adesso. Il nostro desiderio ora è quello di chiudere il campionato al più presto”.

Il centrocampista brasiliano è convinto che i nerazzurri possano conquistare il campionato, nonostante le ultime gare al di sotto delle aspettative.
“Non ci siamo mai sentiti in Serie A perché sappiamo come è fatto questo campionato. Non l'abbiamo mai considerato chiuso e dobbiamo fare di tutto per raggiungere l'obiettivo il prima possibile: sarebbe rischioso rinviare il tutto, visto che contro di noi tutti danno il massimo. Forse tra i tifosi c'è un clima di testa, ma vi assicuro che nello spogliatoio non si respira quest'aria. Nelle ultime due partite è andato tutto male: con il Portogruaro dobbiamo chiudere il torneo. Il Siena è lì, dobbiamo cercare di vincere il campionato e fino a che ne avremo la possibilità ci proveremo”.

L'Atalanta nel match che può decretare la promozione si troverà di fronte un avversario che dovrà cercare di conquistare i tre punti per evitare la retrocessione in Prima Divisione. “Il Portogruaro ha bisogno di punti per salvarsi e sappiamo che non sarà una partita facile. Per loro sarà l'ultima spiaggia e daranno tutto per centrare l'impresa. Abbiamo perso con il Piacenza all'andata e abbiamo passato due settimane difficili: bisogna stare attenti contro tutti. La vera forza della squadra è stata la difesa: segnavamo e non prendevamo gol. Nelle ultime due partite oltre a farli li abbiamo anche subiti: gli errori sono anche degli attaccanti. Dovremo cercare tutti di migliorare per evitare di subire certi gol”.

Simone Masper

e.roncalli

© riproduzione riservata