Sabato 29 Ottobre 2011

Atalanta di scena a Bologna
L'obiettivo è salire ancor di più

Confermarsi, lasciarsi alle spalle una diretta concorrente alla salvezza e non interrompere l'ottimo periodo di forma e risultati. Con questi obiettivi l'Atalanta si prepara a giocare domenica 30 ottobre a Bologna (ore 15) nella 9ª giornata di campionato.

Entrambe le squadre si presentano con il morale alle stelle dopo il turno infrasettimanale di campionato: i felsinei hanno battuto il Chievo con una zampata di Robert Acquafresca, ex di turno, mentre la squadra bergamasca ha fermato sul pareggio l'Inter, che ha subìto in diverse fasi del match l'iniziativa atalantina.

Tre incontri ravvicinati nel giro di una settimana però, potrebbero aver ridutto le forze fisiche e mentali di qualche giocatore sia nell'una che nell'altra squadra. Così in casa Atalanta potremo vedere delle novità nella formazione titolare.

Come ha affermato il tecnico Colantuono, l'idea è quella di confermare il duo d'attacco argentino Moralez-Denis, mentre le incognite permangono per il settore nevralgico del campo. Cigarini e Padoin sono due tra i diffidati, insieme a Masiello, Schelotto e Capelli (la squadra bergamasca è la più ammonita della serie A con 27 cartellini gialli) e uno dei due potrebbe tirare il fiato.

Presumibilmente, visto anche il persistere di un problema fisico, il centrocampista emiliano sembra il candidato numero uno ad accomodarsi in panca, con Carmona al suo posto. Anche Schelotto è apparso stanco nella dispendiosa settimana e potrebbe essere lasciato a riposo. Viste le assenze di Ferreira Pinto e Brighi sarà interessante capire quali mosse farà il mister romano per cercare di ottenere il massimo dai suoi.

I dubbi sono tutti lì dunque, a centrocampo, mentre in difesa, vista anche l'assenza di Manfredini, non dovrebbe cambiare nulla rispetto alle ultime partite, con l'affiatata linea composta da Masiello, Capelli, Lucchini e Peluso davanti a un Consigli sempre più convincente.

In casa Bologna il tandem d'attacco sarà composto da Di Vaio e Acquafresca, gente in grado di sfruttare al meglio qualsiasi occasione nel corso del match. Mancherà Diamanti per infortunio, ma i rossoblù possono contare su gente di qualità come Gimenez e di quantità come Mudingayi.

In panchina si siederanno ex illustri come Garics e Loria (come non ricordare la sua formidabile rovesciata in Chievo Atalanta 2-2 del 2006/2007), mentre in campo ci sarà Robert Acquafresca. Dopo aver incontrato Floccari e Pazzini, ex attaccanti nerazzurri prolifici, Capelli e compagni si ritroveranno di fronte un altro attaccante passato da Zingonia: attenzione alla sua voglia di rivincita dopo i 6 mesi orribili passati in nerazzurro.

L'Atalanta non perde al Dall'Ara dal 2004, mentre la vittoria (1-0 gol di Guarente) manca dal 2008. L'ultima volta finì 2-2 nel 2009 con i felsinei avanti 2-0 e ripresi da Manfredini e da un gran gol di Chevanton. Quelle squadre si contesero la salvezza e sappiamo tutti come andò a finire.

In campo ci sono ancora Consigli, Capelli, Peluso e Padoin. La loro mente andrà anche a quella disperata rincorsa, svanita in un tribolato match al Comunale deciso da un errore arbitrale e dalla sfortunata deviazione di Peluso. A Bologna per continuare a far punti ha tuonato Colantuono alla vigilia: con un occhio al presente e con il dente avvelenato.

Simone Masper

I due probabili schieramenti
BOLOGNA (4-3-1-2)
: 1 Gillet; 34 Raggi, Portanova, 21 Cherubin, 3 Morleo; 15 Perez, 26 Mudingayi, 13 Pulzetti, 10 Ramirez; 9 Di Vaio, 99 Acquafresca. In panchina: 25 Agliardi, 8 Garics, 51 Loria, 33 Kone, 16 Casarini,17 Vantaggiato, 77 Gimenez. All. Pioli.
ATALANTA (4-4-1-1)
: 47 Consigli; 25 A. Masiello, 4 Capelli, 3 Lucchini, 13 Peluso; 7 Schelotto, 17 Carmona, 22 Padoin, 10 Bonaventura; 11 Moralez; 19 Denis. In panchina: 78 Frezzolini, 6 Bellini, 21 Cigarini, 88 Minotti, 89 Marilungo, 28 Gabbiadini, 90 Tiribocchi.
Arbitro:
Bergonzi di Genova (Iannello-Bianchi/Rocchi).
In tv: Sky Calcio 3 e Premium Calcio 3.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata