Lunedì 23 Agosto 2010

Le Storie di S. Alessandro del Talpino
in mostra per due mesi in Cattedrale

Dopo più di due secoli e mezzo Bergamo torna a festeggiare il patrono Sant'Alessandro ricomponendo ed esponendo il ciclo delle Storie del Martire dipinte da Enea Salmeggia detto il Talpino, artista nato presumibilmente a Bergamo intorno al 1570 e documentato dal 1590 circa fino alla morte nel 1626. Il secentesco apparato effimero, cioè non permanente, di opere d'arte a fine liturgico sarà visibile presso l'ingresso della Cattedrale consacrata ai Santi patroni Vincenzo e Alessandro in Bergamo alta per due mesi da giovedì 26 agosto (giorni feriali ore 9 - 12 e 15 - 18, festivi 10 - 10.30, 11.30 - 12, 15 - 18, in orari non coincidenti con Sante Messe). L'esposizione sarà inaugurata in concomitanza con la Santa Messa Pontificale celebrata alle ore 10.30 dal vescovo di Bergamo monsignor Francesco Beschi.

L'iniziativa della Parrocchia di Sant'Alessandro Martire in Cattedrale è curata dal Museo diocesano Adriano Bernareggi e, come spiega il parroco monsignor Giuseppe Sala, fa parte del programma culturale avviato nel 2009 per festeggiare la riapertura della Cattedrale dopo quattro anni di lavori di scavo archeologico e di restauro, in collaborazione con le Soprintendenze per i Beni archeologici della Lombardia, per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici di Milano e per i Beni architettonici e per il Paesaggio di Milano.

«A febbraio dell'anno scorso - precisa monsignor Sala - la Parrocchia ha organizzato due giornate di studio sugli esiti degli scavi, che hanno permesso di riscoprire tracce rilevanti delle fasi storiche più antiche della Cattedrale: i resti di una casa di epoca romana, di una basilica di età paleocristiana, di una chiesa romanica medioevale. Ora stiamo progettando, in stretta collaborazione con le Soprintendenze, di rendere accessibili al pubblico gli scavi per una visita guidata di carattere scientifico».

Tra febbraio e maggio 2009 è seguito il ciclo di incontri e concerti «Le stagioni della Cattedrale», che ha incluso una conferenza sui Santi Alessandro e Vincenzo e che si è concluso in novembre con il concerto della Cappella musicale pontificia Sistina. «Quale terza iniziativa si è pensato di riproporre le Storie di Sant'Alessandro, ricomposte per l'occasione. Così come si espongono gli episodi della vita di San Carlo lungo le navata del Duomo di Milano».

Leggi di più su L'Eco di Bergamo in edicola martedì 24 agosto

e.roncalli

© riproduzione riservata