Addio a Franco Malnati, decano degli avvocati bergamaschi
L’avvocato Malnati fu anche insignito della benemerenza civica

Addio a Franco Malnati, decano degli avvocati bergamaschi

Si è spento a 98 anni, sei mesi dopo la moglie, sposata 70 anni fa. Appassionato di storia e monarchico convinto, fu anche giudice di pace

È mancato a 98 anni Franco Malnati, avvocato e intellettuale molto conosciuto in città. Fervente monarchico, vantava una memoria storica che gli ha permesso di approfondire gli studi della storia italiana, dal Risorgimento alle due guerre mondiali, sino al periodo contemporaneo. Oltre a svolgere la libera professione forense, ha ricoperto anche l’incarico di giudice di pace a Bergamo dal 1970 al 1990. Nel 2011 l’amministrazione comunale gli ha conferito la benemerenza civica per quanto ha portato avanti nella sua lunga vita a favore della comunità orobica.

Nato a Rimini l’11 agosto 1923, durante un periodo di villeggiatura della sua famiglia, è bergamasco d’adozione, a seguito del trasferimento di papà Cesare in città, dove ricopre dagli anni ’30 il ruolo di direttore del Credito Italiano sul Sentierone. La famiglia Malnati era infatti originaria di Varese e, prima di arrivare a Bergamo, si era trasferita, sempre per lavoro, nel Lecchese. Franco Malnati si laurea in legge all’Università Statale di Milano, con una tesi sulla legislazione dell’Unione Sovietica. Durante il corso per ufficiali nel 1943 decide di non aderire alla Repubblica Sociale Italiana e rimane fedele al governo di Badoglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA