Assegno unico per i figli, è scattata la corsa all’Isee: già 20 mila domande nella Bergamasca
I lavoratori con figli fino a 21 anni potranno richiedere l’assegno unico

Assegno unico per i figli, è scattata la corsa all’Isee: già 20 mila domande nella Bergamasca

Boom di richieste ai Caf: la nuova misura voluta dal governo partirà a marzo. Ne hanno diritto tutti i lavoratori. Nella nostra provincia interessati 245mila nuclei familiari.

L’orizzonte è il 1° marzo, ma la rincorsa è già cominciata. Non traggano in inganno l’ordine e la mancanza di code agli sportelli: nella prima settimana dell’anno gli uffici dei Caf di Cgil, Cisl e Acli hanno raccolto oltre 20mila domande da parte dei bergamaschi per la stampa del modello Isee, documento necessario per richiedere l’assegno unico universale per i figli, la cui erogazione partirà tra poco meno di due mesi. Via gli assegni familiari, tutti i genitori con figli fino a 18 anni (fino a 21 se i ragazzi studiano e vivono con mamma e papà), ne hanno diritto: lavoratori dipendenti, autonomi e disoccupati. Si stima che siano circa 245mila i nuclei familiari che potranno richiederlo nella sola provincia di Bergamo. Va da sé che con l’Isee scaduto il 31 dicembre, la corsa al modello nuovo sia già iniziata, anche da parte di chi fino ad ora non aveva mai avuto occasione di richiederlo. Non solo: la domanda per l’assegno unico va a sommarsi con quella per il Reddito di cittadinanza, per cui c’è ugualmente bisogno dell’Isee, e così il carico di lavoro dei Caf continua a crescere. «L’anno nuovo è appena iniziato e abbiamo già all’attivo oltre seimila appuntamenti – spiega Monica Gardana, responsabile del Caf della Cisl di Bergamo –. Stiamo lavorando a pieno regime già dal 3 gennaio nelle sedi principali di Bergamo, Gazzaniga, Dalmine e Treviglio. Da lunedì sono attive tutte le altre sedi: abbiamo prenotazioni fino a metà febbraio e in alcuni casi anche fino alla fine di febbraio. Monitoriamo la situazione giorno per giorno per fare fronte ad eventuali criticità. Faremo di tutto per evadere ogni richiesta e se ci sarà bisogno, implementeremo anche il personale a disposizione».

L’anno scorso il Caf della Cisl ha erogato quasi 36mila modelli Isee, «quest’anno – dice ancora Gardana – prevediamo un sensibile aumento, anche se non abbiamo idea di quante persone in più potranno arrivare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA