Una lite degenerata dopo un frontale: la notte in discoteca, l’incidente  e la ricostruzione del pestaggio
Il luogo dell’incidente a Corte Franca

Una lite degenerata dopo un frontale: la notte in discoteca, l’incidente e la ricostruzione del pestaggio

In Terapia intensiva un pugliese di 32 anni residente a Brembate. Fermato l’aggressore: 22 anni, di Calusco. È accusato di tentato omicidio.

La sua colpa – se così si può dire – sarebbe stata quella di essersi allontanato dalla sua auto, da poco rimasta coinvolta in un frontale senza gravi conseguenze per tutti gli occupanti, per espletare un bisogno fisiologico vicino ad alcune piante, lasciando così il suo mezzo al centro della carreggiata a ostruire la circolazione per uno scontro che non aveva causato feriti gravi. Invece alla fine in ospedale, al Civile di Brescia, in condizioni molto gravi ci è finito proprio lui: non per l’incidente, quanto piuttosto per il brutale pestaggio del quale è rimasto vittima.

Così dall’alba di domenica 7 novembre un pugliese di 32 anni, C. F., residente a Brembate, si trova ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Terapia intensiva del nosocomio bresciano , dov’è stato trasportato con l’ambulanza del 118 intervenuta a Corte Franca, Comune bresciano dove si trova la discoteca Number One, all’esterno della quale si è sviluppata, nel giro di pochi minuti a partire dalle 5,15, la catena di eventi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA