Camion e bus, in provincia di Bergamo mancano 610 autisti

Camion e bus, in provincia di Bergamo mancano 610 autisti

Non si trovano addetti, c’è un gap culturale. Proposta Fai: ripristinare il capomacchina esperto che affianca i più giovani. Si rischia un rialzo dei prezzi.

All’appello mancano 610 autisti. Questo è il dato che emerge chiaro per la Bergamasca dalle rilevazioni Excelsior di Unioncamere sulle previsioni di assunzione delle imprese. L’altro valore inequivocabile è espresso da due percentuali: solo il 2,9% delle società dichiara di avere problemi nel reperimento per la mancata preparazione del personale, mentre ben il 35,2% spiega che il problema è proprio la carenza di candidati. Nonostante la domanda, in un territorio come quello bergamasco dove la disoccupazione viaggia su percentuali molto basse, la concorrenza non è solo fra azienda e azienda, fra trasporto di merci o persone come in questo caso, diventa una questione di opportunità fra professioni. Un problema reale, che diventa anche culturale, visto lo scarso appeal che attualmente riscuote la professione.

journalist_account_57
Astrid Serughetti

Giornalista, appassionata di nuove tecnologie e innovazioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA