Mattarella raddrizza la sbandata filo leghista

Non sarà facile ricucire i rapporti tra Roma e Parigi, ed è toccato a Sergio Mattarella di cominciare a darsi da fare. Il Capo dello Stato ha sentito al telefono il suo pari Emmanuel Macron e insieme, al termine, hanno emesso un comunicato che non entra nel merito della questione migranti e del pasticcio «Ocean Vikings», ma ripete l’essenzialità della collaborazione tra l’Italia e la Francia.

Mattarella raddrizza la sbandata filo leghista
Il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
(Foto di ansa)

Non bisogna dimenticare che proprio Mattarella è l’ispiratore del trattato italo-francese (che non a caso si chiama «del Quirinale»), siglato solo pochi mesi fa sul Colle più alto della Capitale durante una cerimonia in cui il Presidente della Repubblica e l’allora premier Mario Draghi si scambiarono con Macron abbracci di grande cordialità reciproca. E adesso che tutto sembra precipitare nelle ritorsioni e nei quasi-insulti reciproci, quelle effusioni appaiono davvero lontane: proprio per questo Mattarella si è mosso a «metterci una pezza», come dicono a Roma. Secondo indiscrezioni, il colloquio non avrebbe raggiunto una conclusione concreta (che comunque al Quirinale pensano sia un compito dei nuovi arrivati a palazzo Chigi) sui migranti, anche se si aspetta di ora in ora un qualche atto riparatorio dell’Eliseo sul mancato accoglimento francese dei 3.500 sbarcati sulle nostre coste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA