Sulla crisi dei migranti
Mattarella e Draghi
vanno controcorrente

Sul suolo europeo si stanno consumando disumanità e gravi violazioni dei diritti nei confronti dei migranti. Lungo la rotta balcanica sono oggetto di una vergognosa caccia all’uomo, in particolare da parte della polizia e di gruppi paramilitari croati che li braccano nei boschi e, dopo averli picchiati, spogliati dei pochi beni che posseggono e delle scarpe, li rispediscono nel gelo verso la Bosnia. La Croazia è membro Ue, ma non risulta che Bruxelles abbiamo mai chiesto conto a Zagabria di questa ignobile caccia all’uomo. Al confine tra Bielorussia e Polonia almeno duemila persone, provenienti in prevalenza da Iraq, Siria e Afghanistan, Stati non propriamente in pace, sono bloccati in una terra di nessuno.

Sulla crisi dei migranti Mattarella e Draghi vanno controcorrente

Genitori, bambini e anziani privi di ogni assistenza - se non quella di volontari e contadini polacchi della zona - e ingannati da un sistema messo in piedi dalla dittatura di Aleksandr Lukashenko: un pacchetto che può costare fino a 12 mila euro a persona comprendendo volo di sola andata dal Medio Oriente a Minsk, un pernottamento in albergo, visto bielorusso e accompagnamento sul territorio dell’Ue. I duemila ammassati nei boschi sono vittime di questo inganno, una ritorsione di Lukashenko contro Bruxelles che ha messo il suo regime sotto sanzioni, e ora non possono né procedere né tornare indietro, privi di una prospettiva umana. Ieri il governo di Varsavia ha dichiarato che la crisi al confine potrebbe durare mesi e la tensione è salita: un gruppo di migranti ha cercato di varcare la frontiera, la polizia e l’esercito polacchi li hanno respinti con lacrimogeni e idranti. L’equazione «immigrati uguale criminali» diffusa nel senso comune, falsa e pericolosa, è qui smentita in tutta la sua evidenza: a commettere reati sono quegli Stati che non permettono di presentare richiesta di asilo, violando l’obbligo sottoscritto con la Convenzione del 1951 sui rifugiati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA