Omicidio di Yara, la Corte si riserva di decidere sull’esame dei reperti

I giudici della Corte d’Assise di Bergamo si sono riservati di decidere sulla richiesta della difesa di Massimo Bossetti, condannato in via definitiva per l’omicidio di Yara Gambirasio, di poter esaminare i reperti che hanno portato alla condanna.

Omicidio di Yara, la Corte si riserva di decidere sull’esame dei reperti
Massimo Bossetti, il carpentiere di Mapello condannato all’ergastolo in Appello per l’omicidio di Yara Gambirasio. Lo scatto è del 2018

Gli avvocati di Bossetti hanno parlato di «confronto acceso» in aula e hanno detto che la Procura ha definito «degli scartini» i reperti diversi dalla traccia 31G 20, con il Dna trovato sui leggins della ragazza ritenuta la «prova regina» nel dibattimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA