Omicidio a Treviglio, il figlio: una coppia meravigliosa. «Mamma aggredita l’anno scorso con un bastone», il giallo della denuncia

La testimonianza Parla Emanuele, il figlio di Luigi Casati, ucciso sotto casa e di Monica Leoni, ferita alle gambe e ricoverata al Papa Giovanni. Si è rivolto a un legale per far luce sulla vicenda del porto d’armi. Migliorano le condizioni della madre.

Omicidio a Treviglio, il figlio: una coppia meravigliosa. «Mamma aggredita l’anno scorso con un bastone», il giallo della denuncia
Emanuele, 35 anni, figlio di Luigi e Monica Casati
(Foto di Cesni)

Migliorano le condizioni di Monica Leoni, la donna di 57 anni ferita giovedì 28 aprile davanti alla sua casa di Treviglio da Silvana Erzembergher, la settantunenne che ha ucciso Luigi Casati, 61 anni, marito della Leoni, raggiunto da diversi colpi di pistola all’addome e morto sul colpo davanti alla sua abitazione di via Brasside. La moglie è ancora in prognosi riservata, ma le sue condizioni stanno migliorando: è ricoverata in Terapia intensiva all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove giovedì mattina era stata trasferita con l’elicottero del 118 . È stata operata alla gamba, dov’era stata raggiunta dagli spari esplosi dalla vicina di casa. Il corpo del marito si trova nell’obitorio del Papa Giovanni, dove sarà eseguita l’autopsia. Non è ancora invece stata fissata l’udienza davanti al gip per la convalida dell’arresto di Silvana Erzembergher, ora in carcere a Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA