«Una lite per la cena», poi la coltellata mortale al compagno. In cella per omicidio

Morengo. Ernest Emperor Mohamed, 30 anni, nigeriano, colpito con un solo fendente da Sandra Fratus, arrestata. Secondo i carabinieri la causa è un dissidio scoppiato per la cena. Il suo avvocato: «Non si esclude che si sia difesa».

«Una lite per la cena», poi la coltellata mortale al compagno. In cella per omicidio
I carabinieri sul luogo del delitto
(Foto di Cesni)

Un litigio per futili motivi, a quanto pare legato alla scarsa qualità della cena appena consumata , è culminato l’altra sera a Morengo con l’uccisione di un uomo di 30 anni, accoltellato al petto dalla sua convivente, nella cucina dell’alloggio in cui i due abitavano. Un fendente che non ha lasciato scampo a Ernest Emperor Mohamed, 30 anni di origine nigeriana, per il quale a nulla sono valsi i tentativi di rianimazione dal parte dei soccorritori intervenuti e chiamati dal figlio 23enne della stessa donna, accorso sul posto dopo essere stato contattato dalla madre . A finire in carcere con l’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi è Sandra Fratus, 51 anni , madre di due figli , originaria di Romano e disoccupata, con problemi di tossicodipendenza e già nota alle forze dell’ordine per diversi precedenti penali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA