Sorpresi dalla valanga a Lizzola
Grave giovane scialpinista

Si trova ricoverato in gravi condizioni al Papa Giovanni di Bergamo il giovane scialpinista che lunedì 22 marzo è rimasto travolto da una valanga mentre stava effettuando un’escursione scialpinistica a Lizzola.

Sorpresi dalla valanga a Lizzola Grave giovane scialpinista
L’incidente è avvenuto poco a monte della cappella della Manina (nel cerchio), sul versante ombreggiato a nord
(Foto di Mirco Bonacorsi)

Il giovane, N.R., 23 anni di Scanzorosciate, si trovava in compagnia di altri due amici, anch’essi di Scanzorosciate. Il gruppo stava salendo da Lizzola verso il passo della Manina, a 1.800 metri di quota. All’ultimo traverso, a circa una trentina di metri dalla chiesetta sul culmine della montagna, il primo dei tre, col suo passaggio, avrebbe involontariamente causato il distacco di neve sotto i suoi sci rimanendone poi travolto. In zona aveva nevicato poco, ma i venti di questi giorni hanno causato accumuli di 30 centimetri tra venerdì e sabato. La valanga che si è staccata aveva un fronte di circa 50 metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA