• Domenica 19 Novembre 2017
  • (0)

Bergamo risponde al Papa
per la Giornata dei Poveri

Diciassette milioni di persone nel nostro Paese vivono sotto la soglia di povertà. una delle cause principali è senza dubbio la mancanza di lavoro, anche se accanto a chi non ha un'occupazione c'è da considerare un alto numero di cittadini cui non vengono fornite (attraverso, per esempio, l'accesso all'istruzione e alla cultura), opportunità di ricominciare. Nella giornata che Papa Francesco ha voluto dedicare a tutte queste persone, Bergamo ha dato la sua risposta. Su invito del primo cittadino di Pedrengo, trenta sindaci si sono incontrati a Sotto il Monte, luogo simbolicamente importante, e hanno steso un protocollo di tredici azioni destinate a lenire la sofferenza di molti.Tra i punti l'istituzione di servizi per facilitare l'incontro di domanda e offerta di lavoro, con un occhio di riguardo ai giovani; l'introduzione nei regolamenti comunali di forme di dilazione che rendano più sostenibile il pagamento di imposte; l'isitituzione di servizi di «banco alimentare» per aiutare le persone più bisognose. È stata però anche inserita l'intenzione di favorire occasioni di incontro e punti d'ascolto, perchè la povertà nasce spesso nell'isolamento e nel silenzio.

Altri articoli
Guarda gli altri video