Giovedì 29 Settembre 2011

Rapina la farmacia col taglierino
I muratori tentano di acciuffarlo

Un bottino misero e due muratori che hanno tentato di fermarlo. Una rapina sui generis quella avvenuta nella mattinata di giovedì 29 settembre in via Campagnola a Bergamo. Un tossicodipendente bergamasco, almeno così è sembrato ai farmacisti sentendo la voce, è entrato nella farmacia con il cappuccio della felpa calato sul volto. Con un taglierino ha quindi minacciato il titolare e due dipendenti della farmacia facendosi consegnare i soldi custoditi in cassa.

Un bottino misero però: la farmacia aveva appena aperto e nel registratore di cassa alle 9 c'era poco meno di 100 euro. I due dipendenti della farmacia, tra l'altro, sono riusciti a chiedere aiuto a due muratori che stavano lavorando sul retro del negozio. I due operai sono intervenuti ma il rapinatore è riuscito ugualmente a scappare con il magro bottino. Sul posto anche i carabinieri.

Successivamente i carabinieri hanno fermato e arrestato un tossidipendente di 42 anni di Seriate, riconosciuto in base a una testimonianza. Sulla Polo rubata è stato trovato il giubbetto del 42enne, che probabilmente ha atteso il complice, ancora da rintracciare, che aveva materialmente compiuto la rapina.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata