Giovedì 19 Gennaio 2012

Incendio in via Colleoni; brucia tetto
Pompiere ferito, paura per donna incinta

Un incendio è scoppiato nella notte tra mercoledì 18 e giovedì 19 gennaio in una casa di via Colleoni 28, in Città Alta, dove è bruciato un tetto. Ci sono tre persone fuori casa, tra cui una donna incinta lievemente intossicata, e due appartamenti inagibili. Un pompiere ustionato a una mano.

L'incendio, scatenatosi verso le 4,30, è stato causato probabilmente dal difettoso funzionamento della canna fumaria. Non ci sono comunque feriti, anche se c'è stata molta paura per una donna, incinta di 7 mesi, che è rimasta lievemente intossicata. La donna è stata trasportata ai Riuniti da un'ambulanza del 118 e le sue condizioni non destano preoccupazione: gravidanza non a rischio.

La casa è composta da cinque appartamenti e sono dichiarati inagibili i due all'ultimo piano. È bruciato il tetto (che era stato recentemente rifatto), così come il sottotetto. C'è un'enorme voragine. I danni sono ingenti anche perché i pompieri per spegnere l'incendio hanno dovuto riversare molta acqua sulle fiamme. Un vigile del fuoco si è ustionato una mano durante l'intervento.

I pompieri sono subito intervenuti con cinque mezzi (erano presenti squadre di Bergamo, Madone, Gazzaniga e Dalmine) e il traffico nel cuore di Città Alta è stato bloccato fino al pomeriggio perché la parte di tetto non andata in fumo era pericolante e i vigili del fuoco hanno dovuto mettere in sicurezza l'area.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata